• post coronavirus

Ambiti di intervento

DSA

DSA

I Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA) identificano caratteristiche neurobiologiche individuali che coinvolgono un dominio specifico di abilità, lasciando intatto il funzionamento intellettivo generale. Essendo in possesso dei requisiti per il rilascio della Certificazione DSA, l’Equipe del Centro RicreAzione si occupa di valutazione, diagnosi e…

Famiglie

Famiglie

Genitori e Famiglie possono trovare  supporto, informazioni,  consulenze, percorsi di affiancamento alla genitorialità e interventi personalizzati nella gestione del rapporto con i figli e con la scuola, presso le sedi del Centro RicreAzione di Milano e Bergamo. La gestione quotidiana nei casi di conflitti coni…

Minori Stranieri

Minori Stranieri

Famiglie straniere da poco arrivate in Italia, seconde generazioni, ma anche genitori che hanno adottato bambini e adolescenti di altre nazionalità: è in queste realtà che si sente con più forza il bisogno di un intervento competente e specializzato. Il Centro RicreAzione fa fronte…

Interventi nelle Scuole

Interventi nelle Scuole

Il Centro RicreAzione mette a disposizione la propria competenza nel rapporto di bambini e adolescenti con la scuola, organizzando laboratori per le diverse fasce d’età. Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Scuola Secondaria di Secondo Grado  

Servizi

News

  • prova

    prova dad z Zxc <z Read More
  • ProgettAzione premiata nel primo concorso fotografico sulla Sostenibilità Cooperativa – Categoria Salute e Benessere

    ProgettAzione premiata nel primo concorso fotografico sulla Sostenibilità Cooperativa – Categoria Salute e Benessere Sostenibilità: classificata al terzo posto nel premio fotografico "Confcooperiamo 2030" - Per valorizzare il contributo delle cooperative al raggiungimento dei 17 SDGs di Agenda 2030 Confcooperiamo 2030 Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (SDGs) - Premiata la fotografia di ProgettAzione che ha partecipato al concorso Confcooperiamo 2030 di Confcooperative.Un concorso per valorizzare il contributo delle cooperative al raggiungimento dei 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (SDGs).Il concorso era aperto a tutte le cooperative aderenti a Confcooperative e le fotografie sono state valutate in relazione alla coerenza con gli obiettivi del concorso,La presentazione e la premiazione si è tenuta il 3 novembre in occasione Read More
  • Silent book! Libri senza parole: riflessioni sulla forza comunicativa dei libri di sole immagini.

    Silent book! Libri senza parole: riflessioni sulla forza comunicativa dei libri di sole immagini. Ma quanto parlano i silent book! Webinar gratuito con i vincitori e finalisti dei Silent Book Contest Silent book! Un Webinar gratuito per sviluppare riflessioni sulla forza comunicativa dei libri senza parole. Partecipano i vincitori e finalisti dei Silent Book ContestPechè utilizzare i LIBRI SENZA PAROLE nella comunicazione interpersonale?I Silent Book sono libri universali, illustrati e senza parole; sono democratici, inclusivi e capacità di andare oltre ogni barriera di cultura, etnia, età o genere, perchè usano il linguaggio visivo per comunicare. Sono adatti ai bambini, ai ragazzi, agli adulti e sono un importante strumento di relazione, condivisione ed incontro.Giovedì 25 Read More
  • Grande successo di partecipazione al Webinar “Segni e segnali nelle difficoltà scolastiche: cosa osservare negli alunni”.

    Grande successo di partecipazione al Webinar “Segni e segnali nelle difficoltà scolastiche: cosa osservare negli alunni”. Si è tenuto venerdì 5 Novembre il Webinar gratuito Segni e segnali nelle difficoltà scolastiche: cosa osservare negli alunni. Segnali nelle difficoltà scolastiche: L’occhio dell’insegnante rappresenta il primo canale per cogliere nelle prestazioni scolastiche degli alunni specifiche difficoltà negli apprendimenti delle abilità di lettura, scrittura e calcolo. Attraverso la piattaforma Google Meet ha riscosso grande successo di partecipazione l’incontro formativo on line.Un approfondimento sul tema partito dal concetto che:  “Per individuare un alunno con un potenziale Disturbo Specifico di Apprendimento, non necessariamente si deve ricorrere a strumenti appositi, ma può bastare, almeno in una prima fase, far riferimento all’osservazione delle Read More
  • 1
  • 2
  • 3